Escursioni per i fiumi e i canali
di San Pietroburgo in 7 LINGUE

Itinerari

Durante il nostro percorso, in una sola un’ora potete vedere tutto il centro di San Pietroburgo. Navighiamo su Neva, il fiume principale della città, e sui fiumi minori, Fontanka, Mojka e canale d’Inverno. Ammiriamo i panorami più suggestivi su lussuosi palazzi, famose cattedrali e ponti leggendari, mentre un’interessante audioguida racconta della storia della città, dei suoi miti e delle sue leggende

Dall’acqua potete vedere:

Il palazzo d’Inverno

il cuore di San Pietroburgo. In questo lussuoso edificio una volta vivevano gli imperatori russi e si decideva il destino dell’impero. Oggi, nelle sue sale dorate, è conservata l’inestimabile collezione del museo Ermitage; quest’ultimo, che è uno dei musei più grandi e famosi al mondo, occupa diversi edifici sul lungofiume

La fortezza dei Santi Pietro e Paolo

La storia di San Pietroburgo ebbe inizio con la fondazione di questa fortificazione militare. Nel carcere della fortezza vennero rinchiusi i prigionieri politici fino al 1925. Mentre nella cattedrale intitolata ai Santi Pietro e Paolo, la cui guglia dorata raggiunge i 122,5 metri, riposano i resti dei membri della dinastia imperiale dei Romanov

Il Giardino d’Estate

Il primo parco della città fu ideato dal fondatore di San Pietroburgo, Pietro il Grande. Qui si trovava la residenza estiva dello zar. I viali e le aiuole vennero decorate con statue in marmo bianco e fontane. Nel XVIII secolo un’inondazione, una delle tante che si verificò nei tre secoli di storia della città, distrusse il parco. Nel 2013, durante i lavori di restauro del giardino, vennero trovate tubazioni e fontane originarie che quindi poterono tornare alla loro bellezza iniziale.

La Cattedrale del Salvatore sul Sangue Versato

La più famosa tra le chiese di San Pietroburgo è sicuramente questa, costruita proprio nel luogo in cui nel 1881 venne ferito a morte l’imperatore Alessandro II. Il colpevole dell’atto terroristico, membro di una delle associazioni segrete che nel XIX secolo si proponevano di rovesciare il regime, morì a sua volta. Gran parte del popolo però percepì l’accaduto come una vera tragedia nazionale. La chiesa commemorativa fu costruita secondo i dettami dello stile russo tradizionale e, in parte, grazie a donazioni spontanee. La cattedrale, insolitamente decorata da mosaici, smalti e pietre semi preziose, fu portata a termine dieci anni prima dell’inizio della Rivoluzione

La casa – museo di Puškin, Mojka 12

Il grande poeta Aleksander Sergeevič Puškin ebbe una vita breve ma intensa. Morì nel 1837, difendendo in duello l’onore della sua famiglia. L’ultimo appartamento in cui visse è oggi un museo a lui dedicato.

Prezzi e biglietti

Durata dell’escursione: 1 ora